Cosa non può mancare in una rete aziendale

Al giorno d'oggi, nell'era di internet, dove è normale essere connessi a qualsiasi ora del giorno e in qualsiasi luogo ci troviamo, sentiamo tanto parlare di reti.

Senza volerlo chiunque abbia un computer ha in casa propria comunque una rete, una rete domestica, quindi non è solo una prerogativa degli ambienti di lavoro.

Sì perché nella sua accezione più semplice una rete è costituita da un modem/router e da un pc.

Ora partendo da questa configurazione di partenza, vediamo quali sono gli elementi costituenti di una rete a mano a mano che questa cresce e diviene più complessa.

Collegamento router - pc

La connessione di un pc al router può avvenire col sistema tradizionale via cavo o con il wireless, ossia una rete senza fili.

L'utilizzo dell'una o dell'altra configurazione presenta i suoi pregi e difetti.

La connessione via cavo è sicuramente più affidabile, semplice da installare, e garantisce anche una maggiore velocità di trasmissione in quanto la perdita di intensità del segnale dal router al pc è pressoché nulla. Per contro una tale configurazione, in caso si voglia aggiungere un secondo pc o una stampante di rete richiede l'aggiunta di un cavo.

Il wireless, che per la sua configurazione richiede l'intervento di un tecnico informatico, consente di collegare pc e stampanti senza alcun groviglio di cavi e facilmente possiamo aggiungere dispositivi. Abbiamo l'ulteriore vantaggio di poterci spostare con il computer ovunque vogliamo all'interno della casa o ufficio, quindi particolarmente indicata per pc portatili.

Il rovescio della medaglia di tale comodità è che allontanandoci dal router il segnale perde di intensità e quindi la velocità di navigazione diviene più lenta, chiunque entri nel raggio d'azione del router può prendere il nostro segnale e quindi nel caso non sia opportunamente protetta da password sfruttare la nostra connessione per navigare in internet.

Tipicamente le reti hanno entrambe le configurazioni, via cavo per pc fissi e server, e il wireless per i pc portatili, smartphone e tablet.

Configurazione client - server o peer to peer

Iniziamo col vedere cosa vuol dire avere una configurazione client - server e una peer to peer.

Con l'aumento del numero di dispositivi collegati alla rete, la rete diviene più complessa, i computer condividono fra di loro risorse (stampanti, cartelle, ecc…).

La sostanziale differenza sta che nel primo caso abbiamo la presenza di un server, il quale mette a disposizione una serie di risorse/servizi ai vari utenti della rete. Innumerevoli sono i servizi che un server mette a disposizione: gestione delle utenze, condivisione di cartelle, database, applicazioni web su intranet, insomma tante cose permette di fare la presenza di un server per il cui approfondimento vi rimando al mio articolo "Perché dovrei mettere un server nella mia rete aziendale?".

La configurazione peer to peer è una rete in cui i pc svolgono contemporaneamente la funzione di client e server. Ovvio che i servizi a disposizione della rete sono molto più limitati che nella configurazione client - server. Le stampanti possono essere condivise, le cartelle di un singolo pc possono essere condivise con gli altri utenti della rete, ma le utenze non sono centralizzate, non è possibile stabilire una gerarchia nei permessi di accesso alle cartelle.

Personalmente ritengo che la configurazione peer to peer sia adatta per reti di due, tre computer dove la condivisione di risorse è estremamente limitata. Io, anche se sono da solo, ho una rete con una configurazione client - server, dove pc fisso e portatile hanno la medesima configurazione ed entrambi poi accedono alle risorse condivise e usufruiscono dei numerosi servizi offerti dal server (posta elettronica, db server, web server, spazio in cloud, ecc…).

Protezione da accessi esterni

Un aspetto importante da non trascurare è quello della protezione da accessi esterni. Collegando un computer a internet è inevitabile che questo sia fonte suscettibile di intrusioni, a maggior ragione se su questo dispositivo sono salvate informazioni di carattere personale o aziendale.

La prima protezione è mettere una password di accesso al computer, opportunamente complessa. In più se abbiamo una connessione wireless anche questa proteggerla con una opportuna password.

Da non dimenticare l'installazione di un buon antivirus, né esistono di anche gratuiti che garantiscono una buona protezione di base.

Per finire è opportuno anche installare un firewall, in cui la scelta può ricadere su un software installato sulla macchina oppure ad un vero e proprio dispositivo hardware.

Conclusioni

Spero che ora abbiate le idee un pò più chiare su quelli che sono i componenti di una rete, e se avete bisogno di assistenza per la configurazione della vostra rete non esitate a contattarmi.

Oppure hai ancora dubbi e semplicemente vuoi approfondire l'argomento? Contattami liberamente, senza alcun impegno, per un preventivo gratuito di consulenza personalizzata.

Nella sessione studiata su misura per te sarò a tua completa disposizione fornendoti risposte chiare, immediate e precise.

Consulenze telefoniche o per posta elettronica prevedono un costo.

L'autore

Mi sono laureato in informatica presso l'università degli studi di Milano. Da sempre mi occupo di informatica e programmazione.
Da qualche anno sono diventato un blogger e collaboro con alcune testate on-line.
Ho al mio attivo anche alcune pubblicazioni on-line.
Alessio Arrigoni - CONSULENTE INFORMATICO
Via per Senna, 15 - 22070 Capiago Intimiano (CO)
info@alessioarrigoni.it
PRIVACY | P.I. 02752540134