Le differenze fra modem e router

Modem e router, due termini ci cui ne sentiamo spesso parlare in materia di internet. Ma sappiamo realmente la differenza che intercorre fra i due dispositivi? Ma soprattutto sappiamo a cosa serve l’uno o l’altro? Il nostro è un modem o un router? Forse molti fra i lettori non sapranno nemmeno rispondere a quest’ultima domanda, ma semplicemente vedono uno scatolotto da accendere quando vogliono connettersi ad internet.

Il modem

Il modem è un dispositivo elettronico che permette la connessione di un solo computer alla linea telefonica.

In origine la funzione principale del dispositivo era quella di modulare e demodulare le informazioni. Tale apparecchiatura permette di convertire le informazioni digitali in segnali analogici che si spostano attraverso la linea telefonica; in seguito queste informazioni, quando raggiungono la destinazione, vengono demodulate dal modem ricevente che trasforma le informazioni da analogiche a digitali.

Poi con l’avvento del digitale, l’ADSL che oramai abbiamo tutti, ma dieci / quindici anni fa non era così, le cose sono un attimo cambiate dal punto di vista funzionale perché il collegamento non è più sulla linea del telefono ma su una linea dedicata al digitale, ma di fatto il risultato è sempre quello: collegare il computer a internet.

Il router

Scopo del router è quello è quello di permettere la condivisione della connessione internet fra più dispositivi. Quindi il suo compito è quello di instradare le richieste fra l’esterno e l’interno della rete. Fare in modo che a fronte della ricezione di dati dall’esterno questi vengano instradati al dispositivo corretto.

Agli albori il router per collegarsi a internet aveva bisogno di collegarsi a un modem, ma al giorno d’oggi le cose si sono decisamente evolute.

Oggi

Modem e router ora sono un solo dispositivo, tanto è vero che si parla di modem/router ADSL o più semplicemente di router. Internet è esclusivamente su linea ADSL, è lo standard minimo, sull’analogico viaggia esclusivamente la voce, e il futuro è la fibra.

Il minimo di uscite presenti in un router per collegare un pc con un cavo ethernet è di quattro, che può benissimo essere ampliato con uno switch, in più presentano anche un’antenna per il segnale del wi-fi al fine di permettere anche il collegamento senza cavo.

Molto probabilmente queste sono le caratteristiche che presenta un apparecchio di chiunque abbia in casa propria un collegamento internet via ADSL.

Spero che ora dopo questa lettura ne sappiate qualcosa in più sul dispositivo che avete in casa, e quando un tecnico vi pone dei quesiti in presenza di segnalazioni di guasti sappiate cosa rispondere.

Oppure hai ancora dubbi e semplicemente vuoi approfondire l'argomento? Contattami liberamente, senza alcun impegno, per un preventivo gratuito di consulenza personalizzata.

Nella sessione studiata su misura per te sarò a tua completa disposizione fornendoti risposte chiare, immediate e precise.

Consulenze telefoniche o per posta elettronica prevedono un costo.

L'autore

Mi sono laureato in informatica presso l'università degli studi di Milano. Da sempre mi occupo di informatica e programmazione.
Da qualche anno sono diventato un blogger e collaboro con alcune testate on-line.
Ho al mio attivo anche alcune pubblicazioni on-line.
Alessio Arrigoni - CONSULENTE INFORMATICO
Via per Senna, 15 - 22070 Capiago Intimiano (CO)
info@alessioarrigoni.it
PRIVACY | P.I. 02752540134