I pericoli di internet

Internet è stata una grandissima invenzione. Vi possiamo trovare qualsiasi tipo di informazione, possiamo comunicare con le persone, possiamo usufruire di tanti servizi che ci permettono di risparmiare tempo, pensiamo agli e-commerce, ai servizi bancari e via discorrendo. Però dietro a tutto questo bel castello dobbiamo anche essere consapevoli di tutti i pericoli più meno nascosti che si celano in questa giungla elettronica.

Ecco allora riassunti i principali pericoli di cui dobbiamo essere consapevoli nell’utilizzo di internet.

Navigare in siti pericolosi

Quando si naviga è davvero facile cliccare sul link sbagliato ed aprire un sito che carica sul nostro computer un malware.

Per fortuna, se sul PC è installato un antivirus aggiornato, il virus, viene fermato prima che possa arrecare danno.

Un altro pericolo a cui dobbiamo prestare particolare attenzione, a cui gli antivirus non sempre sono efficaci, sono i ransomware il cui scopo è di criptare i file personali per poi successivamente chiedere un riscatto per rilasciare la chiave di decriptazione.

Importante, nel riconoscere ed evitare i siti con virus, è anche l'uso di un browser aggiornato all'ultima versione, che sia protetto contro tutti i bug.

Tra i siti più pericolosi che possono contenere malware ci sono sicuramente i siti per adulti, i siti di pirateria di qualsiasi tipo, quasi tutti i siti di torrent (sempre con pirateria), siti di download illegali (come film e musica) e siti di crack.

La privacy

Inevitabile che iscrivendosi a social network, forum, chat, parte della nostra privacy viene compromessa, perché in qualche modo dobbiamo dire al mondo chi siamo, a meno che non si scelga di usare uno pseudonimo che nasconde la nostra vera identità.

Io penso che ciascuno di noi debba fare una scelta e scegliere cosa mantenere riservato e cosa no. È ovvio che informazioni sensibili come le nostre password, numero di carta di credito, telefono, indirizzo sono informazioni che dobbiamo preservare, così come dobbiamo cercare di evitare di raccontare al mondo i fatti nostri come la serata con gli amici, o mettere in rete le foto dei nostri figli.

Approfondisci: Linee guida per preservare la propria privacy

Attenzione ai siti non protetti

Preoccupiamoci che quando per forza di cose dobbiamo fornire dati sensibili, la navigazione sia protetta. E come facciamo a capirlo? Molto semplice, basta fare attenzione che nella barra degli indirizzi del browser l’indirizzo inizi con https e non con http e che sia presente un lucchetto.

Questo significa che la comunicazione fra client, il nostro pc o dispositivo mobile, e il server web su cui risiede il sito che stiamo consultando, è crittografata. Ciò significa che i dati non vengono trasmessi in chiaro, e quindi se qualcuno dovesse intercettare la comunicazione non riesce a leggere cosa viene trasmesso.

Approfondisci: Navigazione in HTTPS e certificati di protezione dei siti

Spam

Tutti più meno ne siamo vittime, non passa giorno che non si ricevano mail spazzatura, ma fortunatamente al giorno d’oggi più o meno tutti i servizi di posta elettronica offrono il filtro antispam. È una cosa di cui non si può fare a meno al pari dell’antivirus

Phishing

Ormai è risaputo, che nessun istituto bancario ci chiederà di connetterci per aggiornare i dati o cose similari. Quindi cestinare sempre messaggi in cui ci viene richiesto di fare qualche cosa che comporta il cambio di password o di collegarci a servizi bancari. Nel dubbio, se il messaggio ci può sembrare attendibile, non cliccare sul link presente nella mail, ma usare l’indirizzo che abbiamo salvato nei preferiti.

Approfondisci: Phishing: una minaccia sempre più insidiosa, Cos’è il phishing e come difendersi

La cattiva informazione

La disinformazione è diventata un vero proprio pericolo della rete a causa di siti che diffondo bufale. Il consiglio è di evitare di condividere tutto ciò che leggiamo ma di fare mente locale spendendo qualche secondo per fare una contro verifica onde evitare di alimentare la cattiva informazione.

Incontri online

Ne sono vittima in particolare i più giovani, ma anche i meno giovani dovrebbero prestare attenzione. Quando si conoscono delle persone su internet e si inizia a chattare con loro evitiamo di dare troppe informazioni personali o di raccontare fatti propri, non si sa mai chi ci sta dietro. Del resto voi raccontereste di voi al primo che passa per la strada?

Ignoranza in materia di sicurezza informatica

Purtroppo l’aspetto password viene sottovalutato e non ci si rende conto di quanto sia importante questo aspetto per proteggere le nostre informazioni. Sull’argomento vi cito una paio di miei precedenti articoli avendo già trattato l’argomento.

Oppure hai ancora dubbi e semplicemente vuoi approfondire l'argomento? Contattami liberamente, senza alcun impegno, per un preventivo gratuito di consulenza personalizzata.

Nella sessione studiata su misura per te sarò a tua completa disposizione fornendoti risposte chiare, immediate e precise.

Consulenze telefoniche o per posta elettronica prevedono un costo.

L'autore

Mi sono laureato in informatica presso l'università degli studi di Milano. Da sempre mi occupo di informatica e programmazione.
Da qualche anno sono diventato un blogger e collaboro con alcune testate on-line.
Ho al mio attivo anche alcune pubblicazioni on-line.
Alessio Arrigoni - CONSULENTE INFORMATICO
Via per Senna, 15 - 22070 Capiago Intimiano (CO)
Tel. 031.461.335 - POSTA: info@alessioarrigoni.it
PRIVACY | P.I. 02752540134