Nessuno legge il tuo blog, non demordere continua a pubblicare

Abbiamo aperto il nostro blog, ma i lettori sono pochi o quasi nessuno ci legge. Siamo presi da un senso di frustrazione perché tanto impegno ci abbiamo messo e continuiamo a mettercene nella stesura dei nostri articoli per alimentare il blog, e arriviamo alla fatidica domanda: "ma perché devo continuare a bloggare?".

Ebbene non dobbiamo demordere e voglio ora elencarvi una serie di motivi per continuare a scrivere per il nostro blog.

Crescita personale

Il fatto di avere l'impegno di scrivere regolarmente per il blog è una motivazione che involontariamente ci spinge ad approfondire sempre più l'argomento di cui parla il nostro blog, perché saremo sempre alla ricerca di argomenti per i nostri articoli.

Inoltre è un motivo di crescita della nostra autorevolezza.

Nella crescita personale dobbiamo anche far rientrare il miglioramento delle nostre capacità comunicatorie e di organizzazione dei contenuti.

Motori di ricerca

Alimentando il blog con contenuti sempre freschi e aggiornati, e soprattutto di qualità, facciamo un favore ai motori di ricerca, perché questi privilegiano i siti che offrono sempre novità.

Con il blog facciamo vedere che il nostro sito è vivo, ed è statisticamente provato che abbiamo maggiori probabilità di comparire nei risultati delle ricerche.

Creazione di una vetrina virtuale

Curando il nostro blog, con contenuti sempre freschi e aggiornati, creiamo anche una vetrina virtuale per i nostri potenziali clienti. Perché questa è la vera essenza del blog, è una facciata che ci consente di far conoscere al mondo le nostre vere capacità.

Fonte di discussione

Scrivere di un argomento esprimendo anche la propria opinione in merito, stimola la discussione. Quando il nostro lettore legge l'articolo e vede le nostre posizioni per lui è uno stimolo a dire la sua ed iniziare quindi una discussione.

E discussione vuol dire aumentare il numero di lettori, e proprio fra questi potrebbe essercene anche uno proprio interessato al nostro prodotto.

Costruzione di un bagaglio personale

Col passare del tempo, il numero di articoli pubblicati, cresce sempre più contribuendo articolo dopo articolo ad accrescere il nostro bagaglio personale.

Questo bagaglio è preziosissimo perché può essere una fonte per nostre future pubblicazioni, creazione di presentazioni, ecc.

Fare qualcosa di utile

Quando avete un problema dove andiamo recuperare informazioni se non dalla rete. E la rete dove trova le sue fonti? Ma dai contenuti che trova nei vari siti, e fra questi siti c'è anche il nostro blog che potrebbe contenere la soluzione ad un problema che l'anonimo utente della rete sta cercando.

Conclusioni

Dopo questi brevi spunti vi siete convinti che non bisogna farsi assolutamente scoraggiare? E se siete ancora del parere di smettere di bloggare, avete provato a paragonare le visite al vostro sito primo che apriste il blog ed ora?

Vi lascio in sospeso con questo spunto di riflessione.

Oppure hai ancora dubbi e semplicemente vuoi approfondire l'argomento? Contattami liberamente, senza alcun impegno, per un preventivo gratuito di consulenza personalizzata.

Nella sessione studiata su misura per te sarò a tua completa disposizione fornendoti risposte chiare, immediate e precise.

Consulenze telefoniche o per posta elettronica prevedono un costo.

L'autore

Mi sono laureato in informatica presso l'università degli studi di Milano. Da sempre mi occupo di informatica e programmazione.
Da qualche anno sono diventato un blogger e collaboro con alcune testate on-line.
Ho al mio attivo anche alcune pubblicazioni on-line.
Alessio Arrigoni - CONSULENTE INFORMATICO
POSTA: info@alessioarrigoni.it
PRIVACY | P.I. 02752540134