Guida all’utilizzo sicuro di internet

Vediamo in questa breve guida alcuni consigli generali per usare internet in sicurezza, senza farsi sorprendere da virus, hacker o cybercriminali. Quelli che seguono sono solo dei consigli dettati soprattutto dal buonsenso.

Cercando di fare un'estrema sintesi, per scrivere questa guida vediamo di rispondere alle domande più comuni che possono farsi persone normali, non per forza esperte di internet e di informatica.

Perché dovrei essere il bersaglio di un attacco informatico?

Questa è un atteggiamento molto comune fino a che non si viene colpiti da un attacco informatico che provoca problemi sul computer e che, soprattutto, prende possesso degli account su internet. A causa di questo, molte persone non pensano alla sicurezza online.

La realtà dei fatti, purtroppo, è davvero spaventosa: la maggior parte dei cybercriminali infatti non è assolutamente interessata a violare i sistemi di enti governativi o multinazionali ma le piccole reti domestiche. Un computer su internet può essere usato da una persona esterna per svolgere le proprie attività illecite, per spiare informazioni su conti correnti, carte di credito ed anche sui profili di siti come Facebook.

Chi sono questi cybercriminali?

Alcune delle minacce online possono provenire da piccoli hacker che non hanno, in realtà, alcuna vera abilità, e cercano di diffondere virus o programmi di cattura usando banali guide per principianti reperibili facilmente in rete. Sono molto spesso adolescenti o ragazzi dell'università che giocano a fare gli hacker per spaventare gli amici più ingenui e meno capaci o per spiare persone vicine per futili motivi.

Ben più pericolosi sono i criminali professionisti che davvero cercano di rubare soldi tramite truffe, oppure catturando dati e password presenti sul pc.

In altri casi, un computer può servire come copertura per svolgere attività illecite. così da non essere beccati. Si può pensare ai criminali informatici come una versione di internet delle famiglie mafiose. Molti di essi sono chiusi nelle loro case impiegando tutta la loro vita a rubare informazioni dalla rete, come i numeri di carte di credito. Molti sono esperti e, in certi casi, si organizzano tra loro per compiere grandi imprese.

Chi è l’hacker?

Anche se in giro circolano libri scadenti che parlano di hacker come fossero maghi e anche se molti si vantano di essere hacker solo perché sanno aprire il codice di una pagina web, questa figura non è nè mitologica nè comune.

Il termine "hacker" indica, in senso generale, una persona che lavora con il computer ed è capace di programmare, sperimentare, scrivere e modificare codice. "Hacker" è un termine che ha gradualmente sviluppato un significato più oscuro, generalmente associato con le cosiddette tecniche "Black Hat" (cappello nero).

Gli hacker sono noti nel craccare (rompere) i sistemi di sicurezza o rubare informazioni sensibili. Gli hacker "White Hat" (Cappello bianco) potrebbero fare qualsiasi cosa con un normale pc ma il loro obiettivo è quello di cercare buchi di sicurezza sui software per correggerli e per migliorare le protezioni.

I veri hacker sono comunque persone particolarmente dotate e poco comuni che sanno intuire, inventare e scoprire cose che non sono scritte sui libri di informatica.

Come si fa a scoprire una password?

Le password deboli sono la principale causa di problemi della maggior parte degli utenti di computer ordinari. Un hacker furbo non perderà tempo a cercare di scovare password complesse visto che lo stagno è pieno di pesci indifesi.

Dovrei avere paura quando si parla di hacker nelle notizie dei giornali?

La risposta è no. Quando un giornale parla di sicurezza online raccontando vicende ed imprese come quelle di Anonymous, sicuramente si tratta di operazioni che hanno l'obiettivo di colpire la reputazione di grandi società e organizzazioni. Hacker come quelli di Anonymous usano i social network per fare un sacco di rumore, lanciando minacce e comunicati di grande effetto.

Stesso discorso vale per quei "cyberbulli" che si vantano di poter entrare nei computer di chiunque. Quelli di cui bisogna preoccuparsi sono i cybercriminali più silenziosi, che non fanno proclami ed attaccano senza preavviso.

Che cos'è il Phishing?

Uno degli strumenti a disposizione dei criminali informatici di tutto il mondo è il "Phishing" che non è un virus ma una tecnica di ingegneria sociale basata sulla truffa e sull'inganno. Non ci vuole un elaborato software o virus per ottenere informazioni su un utente se esso può facilmente essere ingannato.

Il phishing è basato sullo strumento più comune di internet ovvero la posta elettronica.

Basta creare una pagina web finta identica a quella delle Poste, di Paypal, di Ebay o di un Banca e poi scrivere un messaggio in cui è scritto "devi confermare il tuo account, accedi a questa pagina ed inserisci la password", per rubare i soldi della vittima.

Ancora più semplicemente si può inviare un messaggio a tante persone dove chiedere soldi con promesse di vincere grosse somme oppure per pagare qualcosa che non è mai stato comprato.

Il Phisher punta soprattutto sugli utenti più ingenui, che più facilmente cadono nella trappola facendosi impressionare da finti messaggi di emergenza. I messaggi phishing sono sempre messaggi di Spam, uno dei 5 crimini informatici e reati online più comuni. Per proteggersi dal phishing non ci sono programmi particolari, ci vuole solo buon senso.

Può un sito web infettare il mio computer o rubare informazioni?

Assolutamente sì, molti siti internet sono creati soltanto per installare virus sui pc di utenti ignari, per comunicare finti problemi di virus, per installare toolbar spia, per costringere l'utente a cliccare su banner o iscriversi a servizi di spam.

Un antivirus con protezione in tempo reale e un antimalware dovrebbero proteggere contro questi siti.

Oppure hai ancora dubbi e semplicemente vuoi approfondire l'argomento? Contattami liberamente, senza alcun impegno, per un preventivo gratuito di consulenza personalizzata.

Nella sessione studiata su misura per te sarò a tua completa disposizione fornendoti risposte chiare, immediate e precise.

Consulenze telefoniche o per posta elettronica prevedono un costo.

L'autore

Mi sono laureato in informatica presso l'università degli studi di Milano. Da sempre mi occupo di informatica e programmazione.
Da qualche anno sono diventato un blogger e collaboro con alcune testate on-line.
Ho al mio attivo anche alcune pubblicazioni on-line.
Alessio Arrigoni - CONSULENTE INFORMATICO
Via per Senna, 15 - 22070 Capiago Intimiano (CO)
Tel. 031.461.335 - POSTA: info@alessioarrigoni.it
PRIVACY | P.I. 02752540134