giovedì 5 ottobre 2017

Come infettare il proprio pc navigando su internet

Sono ancora in molti a credere che basta solo non navigare in siti sconosciuti o non scaricare materiale in maniera incontrollata da internet per essere sicuri di non rischiare infezioni che danneggino il computer.

Sono ancora in molti a pensare che nessun hacker potrebbe voler impossessarsi delle informazioni che teniamo sul nostro computer perché non sono importanti o che nessuno dovrebbe essere interessato alla nostra vita online perché non abbiamo nulla da nascondere.

Invece il solo fatto di aprire il browser web comunemente adottate mette già a rischio virus qualsiasi PC, e solo l'attenzione a dove si clicca fa la differenza tra chi non prende virus e chi ha sempre il computer pieno di problemi.

In questo articolo, vedremo come basti una piccola disattenzione che porti a fare click nel posto sbagliato per essere infettati da malware durante la navigazione sul web.

I siti a cui dobbiamo fare particolare attenzione, sono soprattutto quelli con contenuti non del tutto legali o comunque che offrono programmi o materiali da scaricare gratuitamente senza alcuna autorizzazione.

Il pulsante Play fa veramente partire il video che ci interessa?

Quando si cerca un video o un film su internet, generalmente si apre un player e si preme il tasto Play al centro pensando che sia quello per avviare la riproduzione come si farebbe su Youtube. Tuttavia non è sempre così.

In alcuni si aprono nuove schede di pubblicità, che vanno chiuse subito per poi tornare a premere Play e vedere il video (anche se questa procedura può richiedere due o tre ripetizioni), in altri siti invece è proprio un pulsante ingannevole che porta al download di qualche plugin o alla richiesta di registrazione/iscrizione a quel sito.

In alcuni casi si possono notare dei commenti positivi sotto al video, di ringraziamento, che dicono quanto si vede bene o quanto è bello, facendoci pensare di essere noi quelli che stanno sbagliando o che valga la pena installare il plugin o registrarsi. In realtà questi commenti sono sempre fasulli ed è facile anche capirlo visto che sono tutti simili e troppo generici.

In alcuni siti, oltre al tasto Play normale, si può trovare un tasto tipo "Guarda in HD", facendoci credere che sia una versione con una qualità migliore.

Anche in questo caso si tratta di un tasto ingannevole che porta al download di un'estensione o un file eseguibile chiaramente progettato per infettare il nostro PC con un virus.

Installare estensioni del browser web fasulle che consentono di vedere i film online

É facile pensare che tutto sia regolare, che sia plausibile la richiesta di installare un'estensione per il browser per vedere un video o un film, se non fosse che se siamo capitati su uno di questi siti, probabilmente stavamo cercando un modo di farlo gratis e non in modo del tutto regolare.

Accettando le installazioni di programmi ed estensioni, si finisce col ritrovarsi pulsanti senza nome nella barra degli strumenti del browser, che non fanno apparentemente nulla e che di sicuro non servono a permettere la visione di video in streaming.

Ovviamente, da questo momento, la privacy del nostro pc sarà andata in frantumi ed ogni cosa che d’ora in avanti faremo potrà essere monitorata e registrata da chissà chi.

Installazione del falso Flash Player o altri plugin

È buona prassi, non scaricare player e aggiornamenti da siti di video in streaming perché nella stragrande maggioranza dei casi sono sempre virus.

I falsi flash Player, i falsi aggiornamenti del browser come anche le finte versioni HD sono solo trucchi dei siti di film pirata per infettare il PC.

Si tratta sempre di bufale in quanto cliccando sul tasto di aggiornamento o installazione del Flash Player, non viene installato il vero Adobe Flash Player, né alcun altro tipo di plugin.

Quello che succede è di ricevere la richiesta per installare l'ennesima estensione sul browser web, estensioni per la visione di programmi TV “gratis”, questa parola è sempre sospetta su internet, e dobbiamo andarci sempre coi piedi di piombo.

In molti casi, è proprio su questa trappola del plugin Flash che si finisce con l'essere infettati da Ransomware, la peggiore infezione che possa capitare al nostro pc in quanto blocca il computer con lo scopo di richiedere un riscatto per ottenere la chiave di sblocco.

Anche i siti affidabili possono avere annunci di download pericolosi.

Quando si cercano programmi gratuiti da scaricare, si finisce spesso su siti come Softonic o Download.com che accompagnano i programmi con software sponsorizzati indesiderati.

Anche se non si tratta di virus, è fastidioso ritrovarsi con un download manager non richiesto o con altri tipi di programmi che sono solo in versione trial.

Internet per adulti e la raccolta di dati personali

Con i siti per adulti bisogna fare particolare attenzione, così come coi siti per la visione di film in streaming, si aprono decine di schede pubblicitarie con un singolo click sul tasto Play.

Bisogna inoltre evitare annunci promettenti che portano alla registrazione di dati personali e pagare soltanto i siti più fidati.

In realtà questo è anche un problema di alcuni siti di scommesse e siti di incontri, che non fanno altro che raccogliere abbonamenti con l'inganno.

Click che portano phishing e ransomware

In particolari siti, provando ad aprire il contenuto che ci interessa vedere, potrebbe aprirsi un annuncio che ci avverte della presenza di virus sul computer e di cliccare per fare la scansione.

Potrebbe anche essere vero che c'è un virus sul PC, ma attenzione che quel tipo di avvertimento potrebbe anche non essere reale.

Siti torrent illegali

Una parte enorme del traffico internet viene utilizzato per i download tramite torrent, che non sono illegali di per sé, ma che vengono anche utilizzati per scaricare gratuitamente contenuti protetti da copyright e senza licenza.

I siti pirata come quelli con i torrent nascondono spesso link di download fasulli che portano all'installazione di altre cose, spesso pericolose.

Per esempio, cercando qualche torrent e cliccando sul tasto di download più grosso, si potrebbe finire col visitare siti di giochi d'azzardo, siti di vendita.

Conclusioni

In conclusione diciamo che nel 99,9% dei casi un virus entra in un pc e provoca danni o ruba dati perché gli è stato concesso dal proprietario del computer stesso che lo ha accettato e se lo è messo da solo.

Gli utenti più a rischio di infezione informatica sono quelli che amano installare programmi o visitare siti di intrattenimento e film gratuiti, senza avere la necessaria esperienza nel riconoscere dove cliccare e dove no.

Un virus o un malware entra nel computer quando si visitano siti per adulti, siti per scaricare crack di programmi, quando si scaricano screensaver o elementi grafici per migliorare il desktop di Windows, quando si cercano file torrent nei posti sbagliati.

Un virus entra nel computer anche aprendo messaggi di posta elettronica infetti.

Per difendersi da questi attacchi e prevenirli ci si deve naturalmente dotare di un buon antivirus, che però non basta affatto se non ci si muove con prudenza.

Oppure hai ancora dubbi e semplicemente vuoi approfondire l'argomento? Contattami liberamente, senza alcun impegno, per un preventivo gratuito di consulenza personalizzata.

Nella sessione studiata su misura per te sarò a tua completa disposizione fornendoti risposte chiare, immediate e precise.

Consulenze telefoniche o per posta elettronica prevedono un costo.

L'autore

Mi sono laureato in informatica presso l'università degli studi di Milano. Da sempre mi occupo di informatica e programmazione.
Da qualche anno sono diventato un blogger e collaboro con alcune testate on-line.
Ho al mio attivo anche alcune pubblicazioni on-line.
Software di recupero dei file danneggiati di Microsoft Excel
PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE
  • Collegati con
  • oppure registrati al sito
Alessio Arrigoni - CONSULENTE INFORMATICO - Via per Senna, 15 - 22070 Capiago Intimiano (CO) - Tel./Fax 031.461.335 - info@alessioarrigoni.it
PRIVACY | P.I. 02752540134